.

FdI al Consiglio regionale: meno spocchia e autocelebrazioni, più lavoro e autocritica

La convocazione straordinaria sulla sentenza della Corte dei Conti è «inutile, fuori tempo e inopportuna»

 

Consiglio regionale

«Inutile, fuori tempo ed inopportuno». Fratelli d'Italia VdA non usa mezze parole per esporre il suo punto di vista sulla convocazione straordinaria del Consiglio regionale della Valle d'Aosta sulla recente sentenza della Corte dei Conti circa i finanziamenti al Casinò di Saint-Vincent.

La convocazione straordinaria è «inutile - commenta FdI - perché produrrà solo parole e letture di relazioni fatte da avvocati esterni di cui lo Stato se ne farà un baffo. Fuori tempo perché se l'obiettivo è quello di evidenziare un'invasione di campo nella sfera politica da parte della Corte dei conti tale iniziativa, per essere credibile, doveva essere posta prima della condanna e non dopo». È infine «inopportuna perché le sentenze si accettano e non si commentano, tantomeno da parte della massima assise politica regionale».

«Se proprio c’era questa volontà di interrompere le vacanze per convocare un consiglio straordinario avremmo gradito la discussione su argomenti riguardanti i cittadini», aggiunge Fratelli d'Italia Valle d'Aosta citando «la gestione concreta della nostra autonomia e cioè istruzione e sanità».

Secondo il partito «invece di dare sempre la colpa agli altri (sempre lo Stato brutto e cattivo) sarebbe auspicabile meno spocchia meno autocelebrazioni e più lavoro, nonché autocritica. Sullo stato della Sanità valdostana ci vorrebbe una settimana intera di discussione per capire come possa essere stata ridotta così. Non saranno i tentativi maldestri di Palazzo di insabbiare i dati oggettivi imponendo censure talebane ai propri dipendenti a non fare emergere una crisi irreversibile che, comunque, è sotto gli occhi di tutti e che non è più accettabile», conclude Fratelli d'Italia VdA.

 


M.C.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it