Nuovi metanodotti in Valle d'Aosta, Alpe: "è la direzione che auspicavamo"

 

Il movimento giudica positivamente i nuovi investimenti ma sottolinea: "sulla produzione c'è ancora molto da lavorare"

Metanodotto-cartx300AOSTA. Le affermazioni dell'assessore regionale all'Ambiente Luca Bianchi fatte in Consiglio Valle a proposito della realizzazione di nuovi metanodotti in Valle d'Aosta "va nella direzione da noi auspicata. Speriamo che anche nelle vallate laterali si completi il processo di potenziamento della rete". Lo afferma Fabrizio Roscio, consigliere regionale del gruppo Alpe, esprimendo un giudizio positivo sullo sviluppo della situazione che porterà ad "ampliare, in tempi relativamente veloci, la rete di distribuzione del metano sul territorio valdostano, soprattutto per quanto riguarda l'Envers e l'alta Valle".

"Pur riconoscendo ai Comuni la gestione dei servizi - prosegue Roscio -, obiettivi di portata più generale, come l'utilizzo dei combustibili gassosi in sostituzione di altri più inquinanti, finalizzati al miglioramento della qualità dell'aria, dovrebbero essere indirizzati dalla Regione. Ad oggi ci sono ancora diversi Comuni e territori della Valle d'Aosta che non sono raggiunti dal servizio".

"Tuttavia, un conto è la rete di distribuzione, un conto la produzione. Su questo c'è ancora molto da lavorare», conclude il consigliere di Alpe auspicando anche un approfondimento della questione del biometano.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it