.

Siccità, firmato il decreto sullo stato di avversità atmosferica in Valle d'Aosta

Il decreto è funzionale all'erogazione in deroga di contributi agli allevatori che devono anticipare la désarpa per mancanza di acqua negli alpeggi

 

L'assessore regionale all'agricoltura Davide Sapinet ha firmato un decreto che dichiara in Valle d'Aosta lo stato di avversità atmosferica assimilabile a calamità naturale sull'intero territorio regionale. Il provvedimento è funzionale all'approvazione di deroghe sulla concessione di contributi agli allevatori per la monticazione e la gestione degli alpeggi.

Le scarsissime precipitazioni registrate in Valle d'Aosta già dallo scorso autunno hanno ridotto di un terzo la produttività della superfice prato-pascoliva regionale, secondo i dati calcolati per il mese di luglio dai periti dell'assessorato e dall'Arpa rispetto allo stesso mese del periodo 2018-2021. Gli allevatori, senza acqua per abbeverare il bestiame e condurre gli alpeggi, sono nella situazione di dover anticipare la désarpa. Così facendo però possono perdere i contributi per la monticazione, vitali per il settore zootecnico.

Il decreto firmato dall'assessore Sapinet tiene inoltre conto delle segnalazioni arrivate dai Consorzi di miglioramento fondiario costretti a ridurre la fornitura di acqua al settore agricolo.

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it