.

Comune di Aosta e CAS firmano una convenzione triennale

Obiettivo dell'accordo è promuovere azioni di rilevanza sociale, culturale e storica

 

Cogne Acciai SpecialiAOSTA. Comune di Aosta e Cogne Acciai Speciali promuoveranno insieme iniziative e azioni in ambito sociale a favore della città. Lo stabilisce una convenzione che l'ente capoluogo intende firmare con l'acciaieria.

La giunta comunale in occasione dell'ultima seduta ha approvato una bozza di intesa triennale che prevede la costituzione di un tavolo bilaterale allo scopo di organizzare "azioni comuni di rilevanza sociale, culturale e storica utili a consolidare e sviluppare il tessuto urbano e l'ambiente antropico". Nell'ambito della convenzione sarà programmata una riqualificazione urbanistica e architettonica.

Non solo: la convenzione prevede più in generale una valorizzazione della storia industriale di Aosta. Come? Con la condivisione di documentazione e materiale informativo sulla storia dell'acciaieria e del quartiere operaio, con la posa di installazioni, con esposizioni fotografiche e artistiche, organizzando eventi e iniziative promozionali.

In più, sempre per effetto della convenzione, il Comune tramite Aps attiverà un abbonamento agevolato per i dipendenti CAS che utilizzano il parcheggio De la Ville applicando lo sconto di un terzo sul costo mensile.

Secondo il sindaco di Aosta Gianni Nuti la convenzione permetterà di "valorizzare la storia industriale della città, arricchendone, con nuove tracce testimoniali, il tessuto urbano e rafforzandone i riferimenti identitari, anche a vantaggio delle nuove generazioni".

Per la CAS, Monica Pirovano spiega che "per dar seguito all’iniziativa ci siamo resi disponibili a condividere documentazione e materiale informativo sulla nostra storia oltre che sul quartiere operaio, a fornire attrezzature o piccoli impianti per animare le vie o le piazze del quartiere, a contribuire all’organizzazione di esposizioni fotografiche, artistiche e storiche, nonché di iniziative promozionali e informative di valore storico-culturale".

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it