.

Aosta, il teleriscaldamento entra in funzione: «un grande passo avanti per la Valle» - VIDEO

 

Alla conferenza stampa di Telcha interviene anche il vice sindaco Follien che controbatte alle critiche: «frutto della scarsa informazione»

 

 

AOSTA. Il 27 settembre 2013 venivano inaugurati i lavori del teleriscaldamento ad Aosta. Tredici mesi dopo, la nuova rete entra in funzione.

Telcha, assieme al Comune di Aosta, ha voluto sottolineare questo passaggio con una conferenza stampa (in basso il video integrale) che si è svolta stamane in Municipio alla presenza dei progettisti e del presidente della società Riccardo Trisoldi, del vice sindaco Albert Follien e del presidente della Regione Augusto Rollandin.

Tutti hanno rimarcato gli impatti positivi del teleriscaldamento sull'ambiente (30.000 tonnellate di CO2 in meno in atmosfera secondo le stime) e per le tasche dei cittadini (con un risparmio sulle bollette quantificato da Telcha tra il 10% e il 25%) e rimarcato l'importanza dell'investimento per il tessuto produttivo locale. «L'investimento è stato di 50 milioni di euro di cui 15 per lavori, servizi e forniture affidate a 30-35 imprese locali», ha detto Trisoldi.

Il vice sindaco Follien ha aperto la conferenza stampa rispondendo alle critiche piovute sui lavori per i disagi provocati a mezza città nei mesi estivi, i più importanti per le attività commerciali, ed alle accuse di monopolio. «Le polemiche sono originate da scarsa informazione - ha replicato secco Follien -. Non c'è monopolio, i lavori sono stati fonte di importanti ricadute economiche per il territorio. Ammetto un impatto sulla viabilità, ma il Comune ha operato per minimizzare i disagi e i lavori sono stati eseguiti durante il periodo di chiusura delle scuole per ridurre questo impatto». Ancora Follien ha spiegato che Telcha si è detta disponibile a «valorizzare» le zone cittadine in cui l'impatto dei lavori è stato maggiore sostenendo una spesa per le luminarie natalizie e con «altre iniziative che sono allo studio».

Intanto entro dicembre / gennaio gli edifici comunali inizieranno ad usufruire del teleriscaldamento, come la Regione, e i periodi di vacanze scolastiche saranno sfruttati per effettuare tutte le verifiche del caso. Telcha ha poi annunciato l'intenzione di coinvolgere imprese e artigiani locali con collaborazioni nel campo del risparmio energetico.

Come Follien, anche Trisoldi e Rollandin hanno parlato di «soddisfazione» per l'entrata in funzione del teleriscaldamento. E' «un grande passo avanti per tutta la Valle d'Aosta» ha detto il presidente della Regione; «c'è stato un po' di disagio, ma considerato l'investimento non c'è termine di paragone» ha aggiunto.

Con questo primo lotto Telcha ha realizzato 10,5 chilometri di condotte principale e secondarie che ad oggi servono 94 utenze, di cui 35 pubbliche, per una potenza erogata di circa 30 MW e un consumo annuale atteso di circa 20.000 MWh. Telcha punta a posare nel complesso 47 chilometri di tubature prevedendo 165 MW di potenza allacciata e 154.000 MWh di energia erogata. I cantieri per l'allacciatura delle singole nuove utenze proseguono mentre il prossimo anno si procederà con la sistemazione della pompa di calore che farà funzionare a regime la centrale termica all'Espace Aosta mentre la rete sarà sviluppata verso il quartiere Cogne e la zona dell'ospedale Parini.

 

 

Elena Giovinazzo

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it