Gli auguri del garante dei detenuti: carcere sappia creare lavoro

Pin It

cellaAOSTA. "Auspico, insieme a voi, che nascano e si sviluppino attività formative e lavorative, utili per vivere nel modo migliore il periodo di detenzione e con la finalità di assicurarvi un futuro degno e confacente alle vostre attitudini". Lo afferma il garante dei detenuti della Valle d'Aosta, Enrico Formento Dojot, in un messaggio di auguri di inizio anno rivolto ai detenuti della casa circondariale di Brissogne.

"Ogni inizio di nuovo anno porta con sé, necessariamente, aspettative e sentimenti contrastanti. Da una parte, l'incertezza per un futuro sempre meno delineato. Dall'altra, l'attesa di ciò che di positivo ci sarà. Sono le classiche due facce della stessa medaglia", scrive nel messaggio Formento Dojot.

Il garante ricorda le carenze nella "capacità della Casa circondariale di Brissogne di operare per la creazione di lavoro, interno ed esterno", un aspetto del percorso di riabilitazione considerato "imprescindibile" al pari della "volontà di apprendere e trasformare la detenzione in qualcosa di effettivamente fruttuoso".

Nel 2020 "per alcuni di voi sicuramente si spalancheranno finalmente le porte verso la vita libera, per altri si prospetterà, ancora, la permanenza in carcere. Situazione, quest'ultima, che può indurre malinconia, se non sconforto. Ma è proprio durante il duro periodo di restrizione - aggiunge  il garante - che si pongono le basi per il futuro reinserimento nella società, attraverso l'acquisizione di conoscenze che possono dare uno sbocco una volta usciti dall'Istituto".

 

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it