.

Aosta, stop alle manifestazioni nel centro storico fino al 6 gennaio

Firmata da Lavevaz un'ordinanza che autorizza solo eventi organizzati o patrocinati dal Comune

 

Manifestazione ad Aosta

Nel periodo delle festività natalizie e di fine anno le manifestazioni organizzate ad Aosta non potranno svolgersi nelle strade del centro città. Niente cortei, proteste, presidi o altri tipi di iniziative nelle vie del centro storico come i raduni no green pass «fatte salve le manifestazioni programmate, organizzate o patrocinate dal Comune di Aosta». 

L'ordinanza firmata oggi dal presidente della Regione (qui il testo integrale) recepisce le recenti indicazioni ministeriali sull'ordine pubblico e i risultati della riunione del Cosp della scorsa settimana. Dal 19 novembre 2021 al 6 gennaio 2022 - quindi tutto il periodo di Natale, Capodanno ed Epifania - non potranno avere luogo manifestazioni nelle vie del centro storico da piazza Arco d'Augusto a via Edoardo Aubert. Sono incluse nel divieto via Xavier de Maistre, via Croce di Città, piazza Roncas e avenue Conseil des Commis nel tratto pedonale (tra via Festaz e piazza Chanoux).

L'ordinanza regionale è stata firmata visto «l'approssimarsi del periodo delle Festività e l’avvio della stagione turistica invernale - spiega Palazzo regionale -, con la contestuale organizzazione di importanti iniziative in programma, tra le quali il mercatino di Natale "Marché Vert Noël", comporteranno prevedibili notevoli flussi di visitatori e residenti destinati a convergere sul centro storico della città». Il provvedimento nasce dall'esigenza di «contenere il rischio di assembramento e possibili conseguenze per l’ordine e la sicurezza pubblica nelle aree pedonali, nel rispetto delle disposizioni e delle misure anti covid-19».

L'ordinanza riguarda Aosta, ma il presidente della Regione ha inviato ai sindaci di tutti i Comuni una direttiva con le indicazioni da seguire per le manifestazioni nei centri urbani. 

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it