.

Scuola, il nuovo anno è quasi al via ma mancano gli insegnanti

La Sovrintendenza agli studi: anche in Valle d'Aosta criticità dovute in parte al sistema informatico. Lunedì la rentrée per gli studenti valdostani

 

L'inizio del nuovo anno scolastico è accompagnato ancora una volta dalle polemiche per la mancanza di insegnanti. La Valle d'Aosta non è esente dalla problematica e, a quattro giorni dall'inizio delle lezioni, la Sovrintendenza agli studi ha confermato che il problema c'è e che si sta lavorando per tentare di risolvere nel più breve tempo possibile.

«In Valle d'Aosta - dice la Sovrintendenza agli studi -, così come in diverse altre regioni italiane, si sono riscontrate alcune criticità dovute in parte al sistema informatico che, essendo nuovo, ha bisogno di essere perfezionato e, in parte, all'accoglimento dei reclami che ha comportato un'analisi più accurata delle segnalazioni pervenute. Infatti, nella nostra regione, a titolo prudenziale, tenuto conto della complessità della procedura, per evitare contenziosi, si è deciso di concedere alcuni giorni per eventuali reclami che hanno prolungato l'iter di assegnazione delle supplenze».

«Gli uffici sono al lavoro per cercare di risolvere gli inconvenienti emersi», assicura la Sovrintendenza. 

Secondo le previsioni l'assegnazione delle supplenze dalla graduatoria regionale sarà completata entro il 21 settembre, due giorni dopo la rentrée scolastica. «Nel frattempo - dice l'assessorato regionale all'istruzione - i dirigenti scolastici delle scuole secondarie di primo e secondo grado potranno comunque ricorrere temporaneamente alle graduatorie di istituto dell'anno scolastico 2021/2022 o alle "Messa a disposizione" (MAD) per garantire il regolare avvio delle lezioni e l’erogazione del servizio scolastico».

 

 

E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it