.

Morosità incolpevole, dal 19 settembre le domande per i contributi

Il contributo erogato serve a coprire i pagamenti arretrati per coloro che hanno subito una riduzione del reddito

 

Abitazioni

Da lunedì 19 settembre gli assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica e di edilizia convenzionata in Valle d'Aosta potranno presentare domanda di assegnazione del contributo per morosità incolpevole.

L'aiuto economico è assegnato sulla base dei criteri recentemente approvati dal governo regionale per la morosità incolpevole. Tra i requisiti richiesti c'è un reddito Ise non superiore a 35.000 euro o un Isee non superiore a 26.000 euro, essere destinatari di un provvedimento di decadenza per morosità e trovarsi in situazione di perdita o riduzione di almeno il 20% del reddito rispetto all'anno precedente per cause come licenziamento, riduzione dell'orario di lavoro, cassa integrazione, mancato rinnovo del contratto, malattia grave, infortunio o la necessità di sostenere rilevanti spese mediche e assistenziali.

Il contributo erogato serve a coprire i pagamenti arretrati. Se la quota erogabile risulta inferiore a diecimila euro, la restante parte del contributo può essere utilizzata per sostenere il pagamento del canone di locazione in essere e le spese accessorie. Nel caso in cui il contributo non sia sufficiente a coprire interamente la morosità pregressa, l'ente gestore può, su richiesta, differire la data del rilascio dell'alloggio per un massimo di nove mesi. In tal caso, l'assegnatario ottiene un contributo ulteriore per il differimento pari al canone di locazione e alle spese accessorie moltiplicato per il numero di mesi di differimento concesso, comunque nella misura massima di 650 euro per ogni mese di differimento.

L'avviso e il modulo di domanda sono scaricabili dal sito dell'Arer e disponibili presso gli uffici dell'Agenzia. 

 

 

C.R.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it