Selezionate le Fontine d'alpeggio finaliste al Modon d'Or 2022

La difficile estate condiziona il numero di Fontine in concorso, ma la qualità delle produzioni d'alpeggio rimane alta

 

Conferenza stampa del Modon d'Or

Malgrado i numeri leggermente in calo rispetto allo scorso anno, l'edizione 2022 Concorso Modon d'Or non perde in qualità. Il merito è dell'impegno dei produttori di Fontina Dop, cinquanta dei quali hanno aderito all'iniziativa volta a premiare la migliore produzione d'alpeggio.

La partecipazione al concorso in termini di quantità sconta la difficile estate negli alpeggi, la scarsità d'acqua, le problematiche legate all'abbeveraggio degli animali e gli ostacoli nell'irrigazione dei pascoli. Cinquanta produttori hanno comunque raccolto la sfida e proposto le rispettive produzioni. 

«Anche quest'anno le giurie hanno rimarcato l'ottima qualità delle Fontine e questo è un riconoscimento al grande lavoro fatto dai nostri allevatori e alla maestria dei nostri casari», afferma l'assessore regionale per l'Agricoltura e le Risorse Naturali, Davide Sapinet, che oggi ha presentato l'edizione 2022 del Modon d'Or. «Un risultato tanto più importante in quanto ottenuto in condizioni di pesanti criticità», aggiunge.

Un plauso va a tutti i produttori, dunque, ma pur sempre di un concorso si tratta. La giuria ha rispettato il suo compito di scegliere le Fontine d'alpeggio meritevoli della finale selezionando dieci produttori. Ecco quelli individuati: l'azienda agricola Les Crêtes (alpeggio Larveusse di Doues); Lavy Brunet (alpeggio Murgno di Sarre); società cooperativa agricola Chatelair (alpeggio Moffe di Doues); Frère Béthaz di Rosella Frachey (alpeggio Vieille di Valgrisenche); La Vignettaz di Fulvio Chabloz (Plan de l'Eyve di Gressan); Giovanna Papa (alpeggio Letanaz di Saint-Nicolas); società agricola Frères Diémoz (Orgeres e La Baou di Allein e Saint-Rhémy-en-Bosses), la società agricola Frères Pinet (Chatillard di Torgnon), Ronny Vial (alpeggio Perrey di Nus) e infine società agricola Volget (alpeggio Flassin di Saint-Oyen).

Le Fontine selezionate sono in seguito degustate dalla giuria degli operatori del territorio, riunitasi questa settimana. L'ultima valutazione spetta alla giuria di eccellenza, che si riunirà la prossima settimana. Sulla base dei punteggi assegnati dalla giuria del territorio e da quella di eccellenza, saranno designate le 3 Fontine classificate Modon d'Or e le 7 Médailles d'Or 2022.

La premiazione si svolgerà venerdì 2 dicembre nella Grandze del Castello di Aymavilles. Ai 3 vincitori del Modon d'or sarà assegnato un incentivo di 1.000 euro, mentre per le 7 Médailles d'or l'incentivo è di 700 euro.

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it