Dagli enti locali parere favorevole alle assunzioni in Usl senza prova del francese

Dal Cpel parere positivo al disegno di legge sperimentale per affrontare la carenza di personale sanitario e socio-sanitario

 

Assemblea del Cpel

L'assemblea del Consiglio permanente degli enti locali si è espressa a favore del disegno di legge regionale per l'assunzione di personale in ambito sanitario senza l'obbligo preventivo di superamento della prova di conoscenza della lingua francese.

Il testo di legge, presentato dalla Giunta regionale il 30 novembre scorso, prevede la possibilità per l'Usl Valle d'Aosta di reclutare anche personale che non supera la prova preliminare di accertamento linguistico. I candidati in questo caso sono inseriti in apposite graduatorie separate dalle quali, in caso di esaurimento o di assenza di graduatorie ordinarie, l'azienda Usl può attingere per assunzioni a tempo determinato, con la condizione che il personale chiamato superi entro 36 mesi la prova del francese.

Il ddl introduce questa sperimentazione per il triennio 2023/2025 per cercare di contrastare la carenza di personale sanitario e socio-sanitario nella sanità pubblica valdostana e assicurare il rispetto dei livelli essenziali di assistenza.

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2023 Aostaoggi.it