Crisi, in Valle d'Aosta 20.000 bolli auto non pagati

Ettore Viérin, presidente Aci Valle d'Aosta: «le famiglie danno priorità al pagamento delle bollette»

 

Automobili

L'aumento dei prezzi dell'energia e l'inflazione degli ultimi mesi hanno imposto a molte famiglie un taglio delle spese. Per qualcuno si è trattato di rinunciare a qualche piccolo lusso, per altri invece le scelte sono state più drastiche poiché è diventato indispensabile stabilire le priorità come spesa alimentare, elettricità e riscaldamento. Solo dopo, se il budget lo permette, tutto il resto. E in questo "resto" va inclusa per esempio la tassa automobilistica.

Ettore Viérin, presidente dell'Aci Valle d'Aosta, fa un breve punto della situazione. In base ai dati forniti, nella nostra regione risultano circa 140.000 automobili registrate escludendo le tantissime immatricolazioni effettuate da società di autonoleggio di tutta Italia grazie alle tasse automobilistiche e ai premi assicurativi più convenienti. Riguardo ai bolli auto, risultano insoluti circa 20.000 pagamenti tra quelli in scadenza sino a novembre 2022. Questo dato non include gli autocarri senza bollo pagato, che risultano all'incirca 4.000.

«Non sono in possesso di dati precisi da comparare rispetto al passato, ma la sensazione è di un netto aumento degli insoluti», commenta Viérin. Che aggiunge: «Una famiglia in difficoltà preferisce dare priorità al pagamento delle bollette anziché alla tassa automobilistica. È chiaro però che se non pagato, l'importo da regolarizzare aumenta perché si accumulano sanzioni e interessi».

Un'altra indicazione delle difficoltà economiche di molti valdostani a pagare il bollo auto è emersa anche al momento di erogare il Bonus Social introdotto dalla Regione per aiutare le famiglie a sostenere i costi del riscaldamento. L'amministrazione regionale ha voluto compensare l'importo del Bonus con l'eventuale bollo non pagato riferito all'annualità 2020. Per decine e decine di valdostani dunque il Bonus sarà erogato più tardi rispetto alle tempistiche indicate lo scorso dicembre e con l'importo decurtato della tassa dovuta alla Regione per il possesso di un veicolo.

 

 

Marco Camilli

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2023 Aostaoggi.it