.

Rollandin: tecnologia per combattere lo spopolamento delle zone alpine

"Le Alpi sono un fondamentale motore in termini di sviluppo sostenibile"

 

AOSTA. Per mantenere viva la montagna e contrastare la spopolamento dei paesi «un aiuto significativo può venire anche dalla diffusione, nelle zone alpine, degli strumenti che la tecnologia e l’informatica possono offrire, facendo in modo che anche le nostre comunità siano partecipi della modernità in tutti i suoi aspetti».

rollandin-macroregioneCosì il presidente della Regione, Augusto Rollandin, intervenuto lunedì a Milano alla Conferenza sulla Strategia alpina.

«Anche se dobbiamo purtroppo constatare, come in molte aree alpine, in particolare quelle di media montagna, si presentino concreti problemi di spopolamento – dichiara Rollandin -, con un conseguente depauperamento in termini di popolazione attiva, con effetti negativi sul mantenimento e l’assetto del territorio in genere, le Alpi costituiscono un fondamentale motore in termini di sviluppo sostenibile: per noi e per l’intera Europa».

«Il progetto della Macroregione alpina - aggiunge - è quindi una sfida a rilanciare il concetto della montagna viva. Ma è necessario, all’interno della Strategia, favorire la predisposizione e la realizzazione di progetti che individuino soluzioni innovative per riconoscere a chi vive in montagna le condizioni per poter continuare a farlo». In quest'ottica «le reti tecnologiche e di informazione possono favorire nuove occasioni di lavoro nei paesi di montagna, i quali possono così tornare ad essere un ambito spazio residenziale grazie anche ad una qualità ambientale, e anche sociale, elevata; e sicuramente - conclude - non presente nei grandi centri urbani».

 

redazione

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it