1° Maggio, a Palazzo regionale la cerimonia per i tre nuovi Maestri del lavoro valdostani

festa-lavoro14AOSTA. Il salone delle manifestazione di Palazzo Regionale, da poco ribattezzato Sala Maria Ida Viglino, ospiterà il 1° maggio alle ore 18 la ceromonia di consegna della Stella al merito del lavoro.

Il riconoscimento, assegnato in occasione della Festa del Lavoro con decreto del presidente della Repubblica, quest'anno sarà attribuito a tre nuovi Maestri del lavoro valdostano: Andrea Motta, Paolo Musi e Giacinta Prisant.

Motta, 66 anni appena compiuti, dopo il diploma all'istituto tecnico Olivetti di Ivrea ha iniziato a lavorare presso l'Enel, poi Deval, e negli anni è passato dalla qualifica più bassa alla qualifica di quadro. Una volta concluso il rapporto di lavoro si è messo in proprio svolgendo l'attività di perito industriale. Ha anche ricoperto incarichi nell'Aeroclub Corrado Gex e nella Fédération Aéro Clubs de la Vallée.

Paolo Musi, classe 1957, dopo la laurea è stato assunto all'Aeritalia, poi Thales Alenia Space Italia. Dal 2013 ricopre l'incarico di dirigente responsabile dei satelliti scientifici nell'ambito del Dominio Esplorazione e scienza. Al suo impegno professionale - è stata la socità stessa a promuoverne la candidatura alla Stella al merito - si aggiungono numerosi riconoscimenti di organizzazioni spaziali internazionali.

Giacinta Prisant, nata nel 1957, è entrata nel mondo del lavoro al termine della scuola dell'obbligo. E' stata assunta dalla ditta edile Ronc Stefano di Introd e ha continuato il percorso nell'azienda, che con i decenni si è trasformata in srl, sviluppando professionalità e conoscenze indispensabili per la società tanto che, dopo il pensionamento per anzianità, è stata riassunta. Prisant si è anche impegnata nella Consulta regionale femminile, è stata tra le fondatrici del Centro donne contro la violenza e ha anche ricoperto il ruolo di Consigliera di parità supplementare per la Regione.

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it