.

"Guerra" di confini tra Italia e Francia: Rollandin sollecita l'intervento del governo

 

Dopo che il sindaco di Chamonix ha chiuso, in territorio italiano, il cancello che conduce al ghiacciaio del Gigante

cancello-montebiancoAOSTA. Con una lettera inviata questa mattina al presidente del Consiglio Matteo Renzi, il presidente della Regione Augusto Rollandin ha chiesto un veloce l'intervento del governo italiano sulla questione del confine tra Italia e Francia sul Monte Bianco (ri)nata con le ultime decisioni del sindaco di Chamonix.

Il primo cittadino della località francese ha stabilito la chiusura del cancello che conduce al ghiacciaio del Gigante che però si trova in territorio italiano, come riportato nella cartografia dell'istituto geografico militare.

"La questione del confine di Stato sul Monte Bianco, che certamente ha risvolti di più alto livello e di natura internazionale - ha sottolineato il presidente Rollandin nella nota inviata ai rappresentanti del Governo italiano - ha comunque ricadute immediate e conseguenze altrettanto importanti e impattanti in termini di "certezza del diritto" applicabile nella quotidianità: sia per le attività anche commerciali che si svolgono in quelle aree, quali la funivia Skyway Monte Bianco e l'adiacente rifugio Torino, sia per l'individuazione delle autorità competenti e delle eventuali responsabilità per situazioni inerenti a tale ambito territoriali".

L'intervento del governo è sollecitato "affinché la vicenda volga quanto prima a una soluzione, anche grazie all’impegno consacrato alla problematica del confine sul Monte Bianco dalla delegazione italiana in seno alla Commissione Mista italo-francese per la manutenzione dei termini e della linea di confine di Stato, con il pregevole ruolo svolto dall'Istituto Geografico Militare e dalla Guardia di Finanza".

Sulla questione la guardia di finanza ha già coinvolto la procura.

 

Marco Camilli

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it