Cadavere bruciato, procura Aosta indaga per omicidio

 

Concluso un primo esame del medico legale sul corpo del giovane uomo scoperto a Fénis e ancora senza identità

Anatomia-patologicax530

AOSTA. La procura di Aosta ha aperto un fascicolo per omicidio a carico di ignoti per il cadavere bruciato ritrovato in un terreno a Fénis. Le indagini prendono dunque una svolta dopo il totale mistero che ha avvolto la macabra scoperta che aveva fatto persino ipotizzare una morte accidentale causata da un fulmine.

Questa mattina il medico legale Roberto Testi, di Torino, ha analizzato i resti carbonizzati e in parte scarnificati, probabilmente a causa di qualche animale (a questo sarebbe dovuto la mano mancante). Sempre oggi verranno effettuati sul corpo anche degli esami radiologici e domani il medico legale potrà compiere degli esami più approfonditi. La relazione sull'autopsia dovrà essere presentata entro 60 giorni.

Gli esami e i test dovranno consentire prima di tutto di dare un nome all'uomo. Per ora le uniche informazioni note è che ha circa 30 anni, un'altezza di 1,75 metri e carnagione chiara con tratti somatici che farebbe pensare ad uno straniero. Non è stato stabilito con precisione né il momento né le cause della morte.

Secondo i primi rilievi dei carabinieri, che si occupano delle indagini coordinati dal pm Menichetti, il cadavere potrebbe essere stato avvolto in un telo che è quasi del tutto bruciato dalle fiamme. L'ipotesi iniziale è che l'incendio sia stato appiccato poco prima del temporale che venerdì sera si è abbattuto nella zona e che probabilmente ha spento le fiamme.

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it