REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Resti umani trovati ad Aosta, inquirenti in attesa dei risultati Dna

La pistola appartiene ad un fotografo aostano che aveva detto agli amici di voler andare in India

anatomia-patologica

AOSTA. Arriveranno probabilmente la prossima settimana i risultati degli esami del Dna compiuti sui resti umani scoperti nei giorni scorsi in regione Saumont, ad Aosta. L'ipotesi è che appartengano al proprietario della pistola rinvenuta in una sacca vicino alle ossa, una calibro 6 mm che risulta di proprietà di Gianpiero Ugolin e che pare non abbia mai sparato.

Ugolin, classe 1947, risulta scomparso da un qualche anno. Ex dipendente delle Poste e fotografo, agli amici aveva detto di voler andare in India e da allora di lui non si sono più avute notizie tanto che lo scorso mese di settembre è stato cancellato dalla lista dell'anagrafe di Aosta. Era autorizzato a detenere la pistola ma non poteva portarla fuori da casa.

La sorella di Ugolin ha affermato di non aver più avuto contatti con l'uomo da oltre dieci anni.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it