Psichiatra aostano assolto dalle accuse di violenza sessuale e falso

 

AOSTA. Si è concluso con l'assoluzione il processo di primo grado ad Aosta del secondo filone d'inchiesta sullo psichiatra Marco Bonetti, 63 anni. Il gup di Aosta, Giuseppe Colazingari, ha stabilito che "il fatto non sussiste".

Il processo coinvolgeva Bonetti e cinque suoi pazienti, membri della polizia penitenziaria.

L'accusa aveva chiesto 3 anni e 1000 euro di multa per lo psichiatra, finito ai domicliari a marzo 2017, e un anno e mille euro di multa per gli altri imputati. I reati contestati a vario titolo erano di violenza sessuale, falsità ideologica e false certificazioni.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it