Tragedia di Aymavilles, i colleghi: Marisa adorava i suoi figli


Nel reparto di Cardiologia dell'ospedale di Aosta l'infermiera è ricordata come "mamma attenta ai bisogni dei figli"

OspedaleAOSTA. C'è incredulità anche nel reparto di Cardiologia dell'ospedale Parini di Aosta (foto) per la tragedia di Aymavilles. Marisa Charrère, la donna che ieri sera ha ucciso i figli di 7 e 9 anni e si è poi suicidata, era un'infermiera del reparto da molti anni.

In una lettera i colleghi la descrivono come «una mamma attenta ai bisogni dei figli, presente, dedicata alla famiglia con un amore che solo le mamme sanno comprendere. Era rammaricata di averli avuti da "grande" ma questo era un motivo per accompagnarli sempre nelle loro attività scolastiche e sportive. Adorava i suoi figli».

«Marisa, infermiera della cardiologia da molti anni, ha sempre dato prova di essere una professionista preparata, attenta ai bisogni dei pazienti, scrupolosa, ed ottima collega», affermano. «Il rammarico per le persone che l’hanno conosciuta e apprezzata è di non aver colto, nei suoi occhi, quella grandissima sofferenza che aveva nell’animo», aggiungono.

Alla lettera dei colleghi si unisce la direzione dell'Azienda Usl che esprime «dolore e cordoglio per i tragici eventi».

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it