Corruzione in Valle d'Aosta, pm chiede condanne per 26 anni

AOSTA. Condanne per oltre 26 anni di carcere sono state chieste dal pm Luca Ceccanti nei confronti di Rollandin, Accornero, Cuomo e gli altri quattro imputati nel processo in corso ad Aosta sul presunto giro di corruzione.

Le richieste più pesanti sono per l'ex manager di Finaosta Gabriele Accornero, l'ex presidente della Regione Augusto Rollandin e per l'imprenditore Gerardo Cuomo: 6 anni e 6 mesi di reclusione il primo, 6 anni ciascuno gli altri due. Per Rollandin inoltre sono state chieste l'interdizione legale e l'incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione.

Quanto agli altri imputati, l'accusa ha chiesto 3 anni per Simone D'Anello, 32 anni, libero professionista di Aosta; 2 anni e 10 mesi per Salvatore D'Anello, artigiano edile aostano di 46 anni; 1 anni e 4 mesi per Davide Bochet, imprenditore cinquantunenne di Saint-Pierre, e 6 mesi per Francesco Maruca, artigiano di Saint-Christophe di 44 anni.

Le indagini che hanno portato al processo riguardano il presunto affidamento pilotato di lavori al Forte di Bard, appoggi elettorali e scambio di favori. Nel dettaglio le accuse sono, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione continuata per plurimi atti contrari ai doveri d'ufficio, turbativa del procedimento di scelta del contraente e peculato.

La sentenza è attesa per fine marzo.

 

 

 

 

M.C.

 




Pin It
© 2020 Aostaoggi.it