'ndrangheta, 3 arresti in Valle d'Aosta per l'operazione Altanum

carabinieri

AOSTA. Sono tredici le persone destinatarie del provvedimento di misura cautelare in carcere scattato questa mattina su indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria per accuse di associazione di tipo mafioso. 

 L'operazione Altanum riguarda anche Roberto Raffa, considerato il basista in Valle d'Aosta della cosca "Facchineri", ed i fratelli Michele e Vincenzo Raso, ritenuti da tempo punto di riferimento della locale di San Giorgio nella nostra regione. Le indagini si sono concentrate proprio su queste due organizzazioni che rivaleggiavano per il controllo di vari territori, inclusi la Valle d'Aosta e la provincia di Bologna.

L'indagine, dicono i carabinieri, "ha permesso di evidenziare l'attualità dei collegamenti fra questi e alcuni affiliati alla locale di ‘ndrangheta operativa in Valle d’Aosta. Tale circostanza si salda coerentemente con i recenti esiti dell’indagine “Geenna”, svolta dal ROS e dai Carabinieri del Gruppo di Aosta coordinati dalla DDA di Torino, che ha portato nel gennaio scorso all’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare a carico, fra gli altri, di 9 soggetti (alcuni dei quali originari di San Giorgio Morgeto) accusati di associazione mafiosa in quanto affiliati alla locale aostana".

L'ordinanza di custodia cautelare riguarda Giuseppe Facchineri (di Cinnatova); Giuseppe Chemi e Roberto Raffa, nati a Tuarianova; Giuseppe e Vincenzo Facchineri, nati a Cittanova; Michele e Vincenzo Raso, Giorgio e Vincenzo Raffa, Tommaso Fazari, Giuliano e Raffaele Sorbara, tutti di San Giorgio Morgeto, e Mario Gaetano Agostino, di Carpanzano (CS), agli arresti domiciliari.

 

 

 

 

Marco Camilli

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it