Alpinisti in difficoltà su Cervino e Monte Bianco: tutti salvi

Soccorso alpino valdostanoAOSTA. Due gruppi di alpinisti in difficoltà sul Cervino sono stati assistiti in piena notte dalla Centrale unica del soccorso e dal Soccorso alpino valdostano.

In un caso due alpinisti spagnoli sono stati raggiunti a 4.000 metri di altitudine da due guide alpine via terra (l'elicottero non poteva intervenire) dopo essere rimasti bloccati all'altezza della Gran Corda. Con l'aiuto dei soccorritori entrambi hanno raggiunto la Capanna Carrel in buone condizioni di salute. L'intervento si è concluso verso le 4 di mattina.

Nel secondo caso gli alpinisti, entrambi polacchi, si sono messi in contatto con i soccorritori perché avevano smarrito l'itinerario che da una zona a monte dell'Oriondé li avrebbe portati al rifugio. Stavano tutti e due bene e hanno poi deciso di tentare autonomamente la discesa preoccupati per le temperature rigide della notte. Alle 7 circa hanno riferito di aver raggiunto il rifugio.

Stanno bene anche gli altri due italiani che, questa volte sulle Grandes Jorasses (Monte Bianco), sembravano dispersi. Al sopraggiungere della sera non erano ancora rientrati, situazione che ha fatto partire la segnalazione. In realtà stavano entrambi bene e, come hanno poi spiegato dopo l'arrivo al rifugio Boccalatte, avevano impiegato più tempo del previsto per la discesa.

 

 

 

 

M.C.
(immagine d'archivio)

 

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it