.

Appalti truccati a Valtournenche, il pm chiede 15 condanne

Per l'ex capo dell'ufficio tecnico del Comune di Valtournenche chiesti 7 anni e 4 mesi

 

Tribunale di Aosta

AOSTA. Prosegue in Tribunale ad Aosta il processo sul presunto giro di corruzione negli appalti pubblici che ruoterebbe attorno alla figura di Fabio Chiavazza, ex responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Valtournenche. L'uomo è imputato con altre quattordici persone accusate a vario titolo di corruzione, concussione, abuso d'ufficio, turbativa d'asta, abusi edilizi, falso ideologico e di reati tributari. I reati sarebbero stati commessi tra il 2014 e il 2018.

Con una requisitoria durata più di quattro ore il pm Luca Ceccanti ha formalizzato la richiesta di condanna per i quindici imputati tra i quali figurano anche l'ex presidente e amministratore delegato della Cervino Spa Federico Maquignaz e una dipendente comunale di Valtournenche, Cristina Camaschella, insieme a professionisti, artigiani e impresari.

Le pene proposte vanno da un minimo di quattro mesi ad un massimo di un anno e mezzo con l'eccezione di Chiavazza. Per lui il pm ha chiesto sette anni e quattro mesi.

Il processo proseguirà a giugno. La sentenza del gup dovrebbe arrivare a fine mese.

 

 

Marco Camilli

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it