.

Indagini della procura di Aosta sulla compravendita del castello di Introd

Aperto un fascicolo dopo un esposto presentato dalla Regione che non eserciterà il diritto di prelazione

 

Castello di Introd

Si apre un capitolo inaspettato nell'operazione di vendita del castello di Introd. Secondo quanto segnalato da Ansa, la procura di Aosta ha aperto un fascicolo sulla compravendita del maniero tra privati dopo un esposto presentato dalla Regione autonoma Valle d'Aosta.

Per il momento non ci sono indagati né ipotesi di reato. Il fascicolo "modello 45" consente al pm Pizzato di chiarire alcuni aspetti dell'operazione. L'avvocatura regionale ne ha segnalati due in particolare: il prezzo di circa 4,8 milioni ritenuto alto e la condizione che farebbe perdere di efficacia il contratto di vendita se l'acquirente non versasse entro il prossimo 28 luglio una somma agli attuali proprietari, i conti Caracciolo. 

Il contratto di vendita è stato stipulato lo scorso 10 marzo. L'amministrazione regionale poteva avvalersi del diritto di prelazione ma in questi giorni ha confermato che non lo eserciterà per l'assenza di fondi a bilancio.



M.C.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it