.

Frana sul Cervino, evacuati gruppi di alpinisti

Il crollo è avvenuto dalla Testa del Leone e ha raggiunto la via normale che porta alla vetta

 

Crollo di pietre sul Cervino

Non ha avuto fortunatamente gravi conseguenze la frana avvenuta martedì pomeriggio sul versante italiano del Cervino. Intorno alle 17.30 un consistente quantitativo di pietre si è staccato dalla Testa del Leone, a circa 3.710 metri di quota, ed è precipitato lungo il versante lasciando dietro di sé una scia di polvere ben visibile.

Il crollo ha attraversato anche la via normale di ascesa alla vetta dove in quel momento erano presenti dei gruppi di alpinisti stranieri. Nessuno di loro è rimasto coinvolto nel crollo, ma per precauzione tutti e tredici sono stati evacuati in elicottero.

Dallo scorso 20 luglio le guide alpine del Cervino hanno sospeso le salite accompagnate alla vetta lungo la via normale proprio per l'accentuato rischio di crolli dovuto alle condizioni climatiche. Molti alpinisti tuttavia decidono di effettuare lo stesso l'ascesa.

 

 

Marco Camilli

 

 

.

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it