Processo ospedale, la difesa di Rollandin: "il reato non esiste"

 

Il presidente della Regione è imputato per abuso d'ufficio

 

AOSTA. «Sul piano giuridico riteniamo che il reato di abuso d'ufficio proprio non esista. Quindi tutto ciò che è avvenuto non ha alcuna valenza di carattere penalistico».

Così l'avvocato difensore Claudio Morra che ha chiesto l'assoluzione per il presidente della Regione Augusto Rollandin, imputato nel processo sui lavori di ampliamento dell'ospedale Parini.

Secondo l'accusa Rollandin avrebbe firmato una delibera di acquisto del parcheggio pluripiano diversa da quella approvata dalla Giunta regionale e con caratteristiche difformi dal contratto da 16,9 milioni di euro sottoscritto con il venditore, procurando così un ingiusto profitto alla società di Giuseppe Tropiano, proprietaria dell'ex Residente Mont Blanc. Rollandin si era difeso sostenendo di essersi limitato a firmare i documenti che gli erano stati sottoposti.

Il pm Daniela Isaia ha chiesto un anno e sei mesi di reclusione e la trasmissione degli atti per l'applicazione legge Severino.

La sentenza per Rollandin e gli altri sei imputati (tra cui Tropiano) è prevista per il 24 novembre.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it