Aosta, agente si finge cliente per "incastrare" un tassista abusivo

 

Per il 70enne patente ritirata e mezzo sequestrato

 

AOSTA. Era in possesso di un'autorizzazione per il servizio di Noleggio Con Conducente (NCC), ma in realtà lavorava come taxi. Un aostano di 70 anni, V.R., è stato così accusato di esercizio abusivo della professione di tassista dalla Polizia locale della plaine.

Per coglierlo in flagrante uno degli agenti si è finto cliente. Durante il tragitto verso la destinazione richiesta il settantenne è stato fermato da una pattuglia e dai controlli sono emerse violazioni alle norme NCC (il servizio aveva avuto inizio da un luogo diverso dalla sede della rimessa del noleggiatore con acquisizione della corsa "al volo") ed è stata accertata la presenza a bordo di un tassametro in funzione e di contrassegni sull'autovettura che lasciavano prevedere un servizio di taxi.

Al settantenne sono state ritirate patente e autorizzazione NCC e sequestrato il veicolo per la successiva confisca.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it