Bimbo morto a Sarre, moto procedeva a "almeno 160 km/h"

 

Lo ha rilevato la polizia stradale nella relazione consegnata al pm

Incidente-sarre17mag15ax400AOSTA. Emergono nuovi dettagli riguardo al tragico incidente sulla Statale 26 a Sarre che nella notte tra sabato e domenica scorsi ha provocato due giovani vittime.

La polizia stradale ha valutato che la moto di Ivan Soni, deceduto nello schianto, procedeva ad "almeno 160 chilometri all'ora" al momento dell'impatto con la Citroen su cui viaggiava Pietro De Fazio e i genitori che si era appena immessa sulla statale. Nel tratto di strada in cui si è verificato l'incidente, al termine di una lunga salita, il limite di velocità è di 50 km /h.
La relazione della Stradale è stata trasmessa al pm Pasquale Longarini che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di persone da identificare. Ieri il pm ha affidato una consulenza all'ingegnere Giuseppe Di Bisceglie i cui risultati si conosceranno entro 60 giorni.

I funerali delle due vittime si terranno oggi e domani a Chesallet (Sarre) e Aosta (chiesa di Maria Immacolata).

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it