Automobilista francese schiacciato da masso, altri 3 mesi per perizia

 

A processo per l'incidente del gennaio 2011 a Courmayeur anche il sindaco Derriard

AOSTA. Saranno sentiti a settembre l'ingegnere e il geologo incaricati dal giudice per le indagini preliminare a effettuare la perizia sulla morte di Jean-Pierre Pisier, francese di 40 anni, avvenuta nel gennaio 2011 vicino alla galleria di La Saxe, a Courmayeur, per un masso caduto sulla sua vettura.

I periti che a gennaio avevano ricevuto l'incarico hanno chiesto altri tre mesi di tempo per concludere le rilevazioni che aiuteranno a capire se il distacco del masso poteva essere previsto e, nel caso, chi non ha attivato quelle procedure di messa in sicurezza della roccia instabile che avrebbe potuto evitare il crollo e di conseguenza la morte dell'automobilista.

Il processo per omicidio colposo è a carico del sindaco di Courmayeur Fabrizia Derriard, dell'ex sindaco Romano Blua, del coordinatore regionale Raffaele Rocco e di due funzionari dell'Anas, Ludovico Carrano e Mauro Noce. Tutti hanno chiesto il rito abbreviato.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it