Costi della politica, depositato il ricorso in Appello contro le 24 assoluzioni

 

La vicenda riguarda l'uso dei fondi pubblici dei gruppi consiliari

AOSTA. E' composto da 66 pagine il ricorso in Corte d'Appello a Torino sulle 24 assoluzioni del processo sui costi della politica. A depositarlo, giovedì scorso, il procuratore capo di Aosta Marilinda Mineccia che ha guidato le indagini insieme all'aliquota di polizia giudiziaria della Guardia di finanza e contestato l'uso irregolare dei fondi pubblici ai gruppi presenti in Consiglio regionale nella passata legislatura.

Le accuse a vario titolo di peculato, finanziamento illecito di partito e indebita percezione di contributi pubblici erano state rivolte, nella prima tranche del processo, a politici e funzionari di partito di Alpe, Fédération Autonomiste, Partito Democratico, PdL, Union Valdôtaine. Lo scorso 30 marzo il gup ha assolto tutti gli imputati con le formule "il fatto non sussiste" o "il fatto non costituisce reato".

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it