Resti ritrovati sul Cervino appartengono a Giapponesi scomparsi da 45 anni

 

Le ossa erano state scoperte sul versante svizzero alla base di un ghiacciaio

VALTOURNENCHE. Hanno una identità i resti di due alpinisti rinvenuti lo scorso settembre da un alpinista sul versante svizzero del Cervino, alla base di un ghiacciaio a 2.800 metri di altitudine. Si tratta di due Giapponesi scomparsi il 18 agosto 1970.

I resti hanno ora un nome e un cognome grazie al certosino lavoro degli inquirenti svizzeri che hanno esaminato l'elenco delle persone che risultavano scomparse a partire dal 1925 e successivamente confrontato il Dna con quello dei familiari.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it