Omicidio Milliery: Opinel non è l'arma del delitto

 

Le conclusioni del medico legale saranno presentate domani in aula

AOSTA. Il coltello Opinel trovato vicino al luogo dell'omicidio di Elio Milliery non è l'arma del delitto. Secondo la relazione del medico legale Roberto Testi, le ferite riportate dal 78enne di La Salle ucciso l'8 maggio dello scorso anno nella sua baita, al termine di una giornata di festa, non sono compatibili con la lama del particolare coltello.

Il medico legale ha concluso inoltre che soltanto una delle numerose coltellate inflitte a Milliery (una cinquantina) è stata mortale avendo colpito un polmone.

Domani le conclusoni del medico legale saranno presentate nell'udienza in tribunale davanti al gup di Aosta.

L'unico imputato per l'omicidio è Osmany Lugo Perez, cubano di 34 anni. L'uomo era stato arrestato poco dopo il delitto dai carabinieri ed è accusato di aver ucciso il 78enne dopo aver assunto alcolici e droghe, al culmine di una furiosa lite per motivi forse di gelosia.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it