Identificato dalla polizia di Aosta il "ladro di orologi"

 

Rispondeva ad annunci on line fingendosi interessato all'acquisto e derubava i venditori

AOSTA. Rispondeva ad annunci di vendita di orologi costosi fingendosi interessato all'acquisto e, durante gli incontri per concludere la vendita, rubava la preziosa merce. Il responsabile dei furti è stato identificato: si tratta di un cittadino italiano di etnia rom residente in un campo nomadi dell'hinterland Milanese.

La Squadra mobile ha avviato le indagini basandosi su diverse denunce di furti messi a segno con modalità simili tra loro. I malcapitati avevano pubblicato on line degli annunci con l'intenzione di vendere orologi di marca ed erano stati contattati da un acquirente con il quale avevano concordato un incontro per definire la vendita, solitamente all'interno di locali pubblici. Durante gli incontri, usando vari stratagemmi, il malvivente era riuscito a distrarre il venditore e impossessarsi degli orologi ed a scappare usando le uscite secondarie dei locali.

Vagliando i filmati della videosorveglianza e tramite accertamenti tenici gli agenti sono risaliti ad un uomo residente in un campo nomadi di Arluno, nel Milanese. Dalle perquisizioni disposte dal sostituto procuratore di Aosta Pasquale Longarini, in una roulotte sono stati trovati sacchi con mazzette di banconote di diverso taglio e di valute estere, tutte con la scritta "fac-simile" nascoste da fascette cartacee.

La perquisizione ha permesso inoltre di rinvenire riviste specializzate in orologi di valore e circa 200 copie di annunci di vendita che hanno consentito di individuare almeno altri 10 casi di furti simili avvenuti in altre province del nord Italia. L'autore è stato quindi segnalato alle diverse Procure competenti.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it