Estorsione a Saint-Vincent, arrestati chiedevano 20mila euro

 

Il gip ha chiesto la convalida

SAINT-VINCENT. Sono un muratore di 63 anni di Verrès, Bruno Antonio Sanzotta, ed un cinquantunenne di Sanremo, Attilio Pasquale, i due uomini arrestati dai carabinieri di Châtillon / Saint-Vincent con l'accusa di aver estorto del denaro ad un imprenditore di Saint-Vincent.

Secondo i risultati delle indagini condotte dai militari, la vittima avrebbe dovuto consegnare ai due 20.000 euro a saldo di un credito vantato da Sanzotta per dei lavori svolti nel 2008 per conto dell'imprenditore.

Le manette sono scattate durante un incontro tra l'imprenditore ed i presunti estorsori organizzato per il pagamento di 700 Euro.

Il pm Luca Ceccanti che ha coordinato le indagini ha chiesto al gip la convalida dell'arresto dei due uomini.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it