Gaby, la ricostruzione del ponte crollato inizierà questo inverno

Approvato il progetto esecutivo per ripristinare i danni sulla strada regionale 44 causati dal maltempo del 3 ottobre

 

ponte di Gaby crollato

AOSTA. La giunta regionale ha approvato il progetto esecutivo di ricostruzione del ponte di Gaby crollato lo scorso 3 ottobre a causa della piena del torrente Niel. Il nuovo ponte della strada regionale n. 44 sarà realizzato in calcestruzzo armato con travi prefabbricate e una luce di 18 metri. Avrà due marciapiedi.

L'intervento prevede anche il ripristino della rete dei sottoservizi, la ricostruzione degli argini e del fondo del torrente danneggiati dal maltempo e la sistemazione delle aree interessate dai lavori di apertura della variante provvisoria che in queste settimane ha permesso di mantenere i collegamenti con l'alta Valle di Gressoney.

"L'investimento complessivo è pari a 930 mila euro e i lavori, con un costo a base d'asta di 665 mila euro, saranno avviati già quest'inverno immediatamente dopo il completamento delle procedure di affidamento", annuncia l'assessorato regionale alle Finanze, Innovazione, Opere pubbliche e Territorio guidato da Carlo Marzi. "Al fine di ottimizzare i tempi di realizzazione, sono già in corso i lavori per la costruzione di una berlinese con micropali, necessaria per garantire gli sbancamenti, già previsti nelle prossime settimane, al fine di realizzare le fondazioni delle spalle del ponte".

 

 

E.G.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it