.

A Saint-Christophe parte una campagna informativa contro l'abbandono dei rifiuti

Il sindaco Cheney: 'vorremmo evitare di cominciare ad applicare le sanzioni previste dalla legge'

 

rifiuti abbandonati

"La cultura sinonimo di civiltà. La civiltà fonte di benessere". Con questo motto il Comune di Saint-Christophe ha avviato una campagna di sensibilizzazione contro l'abbandono dei rifiuti.

Alle famiglie del territorio l'Amministrazione comunale ha inviato un ospucolo che riassume le modalità di smaltimento dei rifiuti. Il pieghevole fornisce informazioni sullo smaltimento dei rifiuti, su come fare la raccolta differenziata, su quando rivolgersi alle isole ecologiche o alle discariche per inerti, su come utilizzare la compostiera e così via.

L'idea della campagna di sensibilizzazione è nata per tentare di correggere le incivili abitudini di una parte della popolazione. L'assessore all'ambiente Giulia Gerbore spiega: «Abbiamo purtroppo avuto modo di verificare che, attorno ai molok della raccolta differenziata, alcuni cittadini abbandonano i rifiuti in maniera scorretta. Per una raccolta efficace e un territorio pulito e ordinato serve l’impegno del gestore e dell’Amministrazione ma è determinante la collaborazione dei cittadini».

L'opuscolo inviato dal Comune di Saint-Christophe ricorda anche che l'abbandono di rifiuti è sanzionabile. «L'abbandono dei rifiuti è un reato - sottolinea il sindaco Paolo Cheney - ma vorremmo evitare di dover cominciare ad applicare le sanzioni previste dalla legge. Speriamo che questo piccolo strumento ci aiuti a migliorare la situazione».

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it