.

L'estate sta finendo: il bilancio del sindaco di Châtillon Lanaro

 

Intervista al primo cittadino per scoprire come è andata la stagione turistica

lanara-tamaroAOSTA. Come ci ricorda una vecchia ma sempre attualissima canzone "L'Estate sta finendo..", un'estate che ha visto un aumento della presenza dei turisti, anche italiani, e moltissime novità. Che la crisi stia piano piano lasciando spazio ad una nuova ventata di ottimismo?
Passo dopo passo, percorreremo una strada che ci porterà a toccare tutti, o quasi, i Comuni della Valle d'Aosta e, attraverso le parole dei sindaci, scopriremo cos'è successo quest'estate e cosa ancor dovrà accadere. La nostra prima fermata è a 549 metri di altitudine, in compagnia del sindaco di Chatillon, Tamara Lanaro.

Ci dia un commento a caldo sull'estate appena trascorsa, il bilancio è positivo o negativo?
«Un bilancio assolutamente positivo, c'è ancora molto lavoro da fare ma il gruppo è saldo e abbiamo tante iniziative da proporre a compaesani e turisti».

La mancanza di risorse economiche ha penalizzato la creazione di iniziative oppure no?
«Indubbiamente ci troviamo ad affrontare un momento delicato, nonostante ciò abbiamo organizzato appuntamenti motivo di ricettività. La mancanza di risorse non deve e non può essere motivo per non venire in Valle d'Aosta, la cui bellezza è già di per sé una ricchezza».

Qual è stato il fiore all'occhiello della vostra stagione estiva?

«Grazie all'Assessorato al Turismo abbiamo avuto il piacere di ospitare il Torino Fc oltre che il Monaco, con relative amichevoli. Purtoppo non abbiamo potuto pubblicizzare maggiormente la presenza del Monaco poiché il team ha preferito svolgere gli allenamenti a porte chiuse».

Come tutti sappiamo, al giorno d'oggi ricopre un ruolo fondamentale la pubblicizzazione degli eventi: voi in che modo procedete? I giovani si rendono partecipi?

«Sì, certo. Oltre che al volantinaggio e alle pubblicità sulla carta stampata abbiamo utilizzato i social network. I giovani hanno risposto molto bene e ne siamo contenti anche se ci è chiaro che dovremo impegnarci tutti i giorni per creare sempre una ricca e vasta offerta».

Crede che il turismo sia aumentato quest'estate?

«Come potrà immaginare non dispongo di dati statistici precisi, per cui mi è difficile poter rispondere in modo esatto. Posso però affermare che una sola settimana di turismo non può salvare il bilancio di un intero anno».

L'assessorato regionale al Turismo, secondo lei, sta svolgendo in modo adeguato la sua funzione di supporto e di promozione del territorio?

«Per quanto riguarda Chatillon, l'Assessorato ha costantemente collaborato e ci ha aiutati nella buona riuscita dei progetti».

Quanto può essere penalizzante il collegamento inadeguato ai paesi limitrofi?
«Di certo dei mezzi di trasporto più rapidi ed efficaci sarebbero un vantaggio per i turisti ma anche per i residenti, tutti ne trarrebbero vantaggio. Aspettiamo di vedere che cosa succederà con gli ultimi investimenti sui treni bimodali».

Quali sono le novità che ha introdotto con il suo mandato?

«Ho conferito ai singoli consiglieri incarichi specifici e questo ha avuto un buon riscontro. Siamo tutti soddisfatti per l'impegno dimostrato e speriamo continui così».

Un'ultima domanda, può svelarci qualche anticipazione sulla prossima estate?

«Certo, sono mesi che lavoriamo sulla sagra del miele e immaginiamo un grande evento che coinvolgerà tutta Châtillon ma non solo».

 

Rossella Scalise

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it