Coronavirus, allarme albergatori Valle d'Aosta: la stagione è a rischio

Filippo Gerard (Adava): tante disdette, valutare misure economiche anticrisi

 

Filippo GerardAOSTA. L'emergenza Coronavirus preoccupa il settore alberghiero valdostano che già immagina una stagione fortemente segnata in negativo dalla situazione.

L'allarme arriva da Filippo Gérard, presidente dell'Adava, l'Associazione degli albergatori della Valle d'Aosta, che spiega: «tutti gli albergatori sul territorio mi segnalano continue cancellazioni».

Ancora Gérard: «Stanno arrivando numerose disdette per soggiorni in Valle d'Aosta nelle prossime settimane, sia da italiani sia da stranieri. La situazione sta diventando veramente pesante». Il presidente dell'Adava spiega che  «basta andare sui portali di prenotazione per vedere che vi sono moltissime camere disponibili in più rispetto solo a ieri mattina. In alcuni casi i clienti stanno addirittura chiedendo se le nostre strutture sono ancora aperte».

«È indubbio - commenta il presidente degli albergatori valdostani - che se nel breve termine la situazione di emergenza e l'allarmismo non dovessero rientrare, la stagione invernale in corso potrebbe irrimediabilmente essere compromessa e, in parte, anche la prossima stagione estiva». 

Secondo Gérard «andranno nel caso fatte delle valutazioni su eventuali misure economiche straordinarie anticrisi dedicate alle imprese turistiche che hanno esposizioni finanziarie importanti e costi di gestione in continuo aumento».

 

 

 

M.C.

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it