Il Gruppo CVA approva il bilancio 2019 con ricavi in calo e utili in crescita

L'ad de Girolamo: i risultati ottenuti nel 2019 confermano l'ottimo stato di salute del Gruppo CVA

 

CVACHATILLON. Il Gruppo CVA chiude il 2019 con utili e indicatori in "forte crescita" ed un andamento caratterizzato da un calo dell'11,9 per cento della produzione idroelettrica e da un aumento del 17,1 per cento di quella eolica e fotovoltaica. I dati resi noti dal gruppo indicano ricavi netti consolidati per 805,4 milioni di euro (844,6 nel 2018) ma un utile netto a 75,7 milioni in crescita del 18,4 per cento sul 2018, l'Ebitda a 152,5 milioni (+8,2 punti percentuali) con un'incidenza sui ricavi del 18,9 per cento (16,7 l'anno precedente) e l'Ebit a 103,8 milioni (+14,9 per cento).

Il Consiglio di Amministrazione di capofila CVA ha approvato il progetto di bilancio relativo all’esercizio 2019 ed il consolidato del Gruppo industriale cui questa fa capo, redatti secondo i Principi Contabili Internazionali (IFRS). Il bilancio sarà posto adesso all’approvazione del socio unico Finaosta durante l’assemblea convocata per fine giugno.

Per l'amministratore delegato Enrico de Girolamo "i risultati ottenuti nel 2019 confermano l’ottimo stato di salute del Gruppo CVA, che nel corso dell’ultimo esercizio ha fatto riscontrare importanti miglioramenti in tutti i fondamentali rappresentativi della propria situazione tecnica, economica, finanziaria e patrimoniale. La chiusura di questo bilancio ha inoltre confermato un trend continuo di crescita nell’ultimo triennio (CAGR 2017-2019 pari a +12,3% per EBITDA e +34,9% per utile netto) e ci ha consentito di affrontare l’emergenza sanitaria in corso con la tranquillità derivante da una consolidata solidità economico finanziaria".

Ancora de Girolamo: "Le strategie poste in atto dalle varie società del gruppo hanno contribuito a rafforzare le caratteristiche di resilienza alla volatilità di alcuni fondamentali tipici del nostro business, quali la disponibilità delle fonti (acqua, aria e vento) e l’andamento dei prezzi dell’energia. Si denotano altresì i primi effetti positivi derivanti dalla nuova strategia commerciale posta in atto a partire da fine 2018. Tale situazione ci consente di guardare con ottimismo al futuro, con la concreta prospettiva di posizionare il Gruppo CVA tra le aziende di riferimento a livello europeo nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, con importanti ricadute anche sul tessuto economico valdostano".

"CVA, come operatore pure green verticalmente integrato, è un unicum nel panorama nazionale - aggiunge Marco Cantamessa, presidente di CVA - e anche nel 2019 ha dimostrato la sua capacità di generare significativo valore economico in un’ottica di piena sostenibilità ambientale. Forti di questi risultati, il Gruppo CVA intende rafforzare il suo posizionamento in un mercato sempre più dinamico e, in un periodo così critico, intende contribuire a sostenere il rilancio dei territori di riferimento e del Paese con importanti progetti di investimento. In questo percorso, potrà contare sulla professionalità e sulla dedizione di tutti i collaboratori che, nelle diverse Società del Gruppo, hanno reso possibili questi importanti risultati".

 

C.R.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it