Cna Valle d'Aosta, no a seconda chiusura per estetisti

La Confederazione lancia l'allarme: aziende rischierebbero la chiusura e dilagherebbe l'abusivismo

 

estetistaAOSTA. Una nuova chiusura per acconciatori ed estetisti a causa dell'emergenza coronavirus "deve essere evitata a ogni costo". Lo sottolinea la Cna Valle d'Aosta di fronte alla possibilità che tra le nuove restrizioni annunciate a livello nazionale possa esserci anche un secondo lockdown per il settore.

Acconciatori ed estetisti sono "gli operatori che hanno più e meglio rispettato le regole del pro-tocollo anti-Covid", rimarca Cna, e "obbligarli alla chiusura si ripercuoterebbe sulla loro situazione economica, mettendo a repentaglio le loro aziende, già duramente provate dal lockdown primaverile".

Inoltre la Confederazione dell'artignanato avverte: lo stop alle attività "metterebbe parallelamente a rischio la sicurezza dei clienti, poiché si aprirebbero le porte al dilagare dell'abusivismo, vanificando lo sforzo collettivo di contenere il contagio".

Cna Benessere annuncia la disponibilità "a confrontarsi con le istituzioni, per individuare le soluzioni più efficaci. Soluzioni che, auspicabilmente, dovrebbero anche prevedere maggiori controlli su coloro che esercitano la professione senza averne i requisiti", conclude.

 

 

E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2023 Aostaoggi.it