Casinò di Saint-Vincent, ok del Tribunale al secondo concordato

Il governo regionale: 'adesso lavorare con impegno per un rilancio confidando anche sui ristori di provenienza statale'

 

Casinò di Saint-Vincent

AOSTA. Il Tribunale di Aosta ha ammesso il secondo concordato preventivo proposto dalla Casinò de la Vallée lo scorso 21 ottobre. Ivano Pagliero inoltre è stato confermato Commissario giudiziale.

La decisione fa seguito alla revoca del precedente concordato da parte dei giudici di Torino. Successivamente a questa decisione era stata presentata una seconda richiesta di fallimento da parte di due società, in aggiunta a quella della procura di Aosta mentre da parte della casa da gioco era stata presentata la nuova proposta di concordato che il Tribunale ha adesso accolto. Il prossimo passo sarà l'udienza dei creditori che si svolgerà a marzo 2021.

Soddisfatti i commenti da parte dell'amministratore unico, Filippo Rolando, e della Regione.

"Da oggi in poi si potrà lavorare con serenità sul futuro della Casa da gioco, avendo maggiori certezze", afferma il presidente della Regione, Erik Lavevaz, dicendosi "lieto della notizia".

"Dopo la recente sentenza della Corte d’Appello di Torino, che è stata assai favorevole, quest’altra sentenza ci rincuora - aggiunge l'assessore delle società partecipate Luciano Caveri - e ora bisognerà lavorare con impegno per un rilancio, sperando che l’attuale chiusura per la pandemia duri poco, ma confidando anche sui ristori di provenienza statale'.

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it