Oggi è il

Consultorio Variney, Restano e Cognetta: petizione ha smosso l'assessore

  • Pubblicato: Giovedì, 22 Agosto 2019 17:18
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Pin It

consultorio VarineyAOSTA. «Sul consultorio di Variney, la situazione è molto diversa da quella rappresentata da Pescarmona e Baccega». Lo affermano i consiglieri regionali Claudio Restano e Roberto Cognetta (rispettivamente del gruppo misto e di Mouv') a proposito delle rassicurazioni fornite dal commissario dell'Ausl Pescarmona e dall'assessore alla sanità Baccega sul mantenimento dei servizi sanitari offerti dalla struttura di Gignod.

«Considerando gli altri servizi già smantellati, ovvero la psichiatria e lo psicologo per adulti, bene ha fatto un gruppo di cittadini, aiutati da diversi portavoce in Consiglio Valle, a preoccuparsi della situazione e a porre la questione nelle sedi opportune attraverso una raccolta firme», affermano i due politici ricordando la chiusura da inizio anno anche dell'ambulatorio di sanità pubblica.

«C'è da aggiungere - proseguono i Consiglieri dei gruppi Misto e Mouv' - che il trasferimento dell'ambulatorio di sanità pubblica porta con sé il trasferimento dell'assistente sanitario presso Pont Suaz e altre sedi creando così un ulteriore disagio per gli abitanti della vallata che usufruiscono di questo servizio».

Secondo Restano e Cognetta «le dichiarazioni dell'assessore vanno contro il sano principio del confronto democratico riproponendo la solita formula del "state tranquilli che ci penso io", bollando come del tutto inutile l'iniziativa dei cittadini. Appare evidente - concludono - che la notizia della raccolta firme abbia smosso l'assessore, il quale, forse, si renderà conto della reale situazione e metterà in campo gli opportuni rimedi. Siamo pronti a ricordarglielo in Consiglio regionale perché lavorare per i cittadini è il nostro ruolo.»

 

 

 

 

Clara Rossi

 

 

 

Altre news di politica

Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075