.

Coronavirus, 45 dirigenti medici dell'Usl chiedono alla politica di non interferire nelle scelte sanitarie

 

Ospedale Parini di Aosta

AOSTA. "I Primari e i Responsabili dell'ospedale di Aosta, in prima linea ormai da un mese nella gestione quotidiana dell'emergenza, chiedono alla politica di non interferire con le scelte sanitarie necessarie". È quanto si legge in un comunicato sottoscritto da 45 dirigenti medici dell'Azienda Usl della Valle d'Aosta a proposito della richiesta di nomina di un commissario dell'emergenza arrivata da più forze politiche.

"L'inserimento di una ulteriore figura nella catena di comando aziendale (in aggiunta a quelle già presenti e pienamente operative) in un momento critico e necessitante di rapida comunicazione, creerà necessariamente discordanze di opinioni e ritardi e/o impedimenti nell'attuazione degli interventi più urgenti, tanto più se trattasi di persona priva di conoscenza specifica di quanto già realizzato per fronteggiare l'attuale situazione", affermano i primari valdostani.

I 45 dirigenti medici chiedono alla politica "attivarsi, in modo unito e senza contrapposizioni strumentali, nel reperimento delle risorse umane e strutturali, per sostenere gli operatori sanitari ormai allo stremo e per risolvere i gravi problemi economici ed amministrativi, che incombono minacciosi sull'intera comunità valdostana".

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it