.

Vdalibra contro Lega: dichiarazioni del segretario Boldi preoccupano

Cognetta e Ferrero: mediare non vuol dire fare larghe intese

 

Roberto Cognetta e Stefano Ferrero

AOSTA. Vdalibra chiede un chiarimento da parte della Lega Valle d'Aosta sulla posizione che il partito prenderà all'interno della 2a Commissione consiliare impegnata nell'elaborare il terzo provvedimento legislativo sulle misure economiche per l'emergenza Coronavirus.

La richiesta dei consiglieri regionali Roberto Cognetta e Stefano Ferrero fa seguito alle dichiarazioni del segretario regionale leghista, Marialice Boldi, a proposito del rivendicare "il diritto di dire basta: siamo all'opposizione e dobbiamo fare di tutto per opporci a questo Governo".

"Abbiamo letto con perplessità e preoccupazione questa notizia, interpretata come uno stop al siamo tutti d'accordo - dicono Ferrero e Cognetta -. Ricordiamo alla Segretaria della Lega che, in Commissione, molte posizioni erano distanti e solo grazie all'abilità politica e alla forza di persuasione di qualche componente si è giunti, alla fine, a un accordo mediato tra le posizioni della Commissione e quelle del Governo". "Chiediamo quindi alla Boldi - proseguono: in politica mediare vuol dire fare le larghe intese? La Lega non ha mai mediato con nessuno? Se buona parte del provvedimento è frutto delle idee del gruppo Lega, ora che è stato approvato non è un successo per la Lega stessa?".

I due consiglieri di Vdalibra aggiungono: "ci chiediamo poi se le dichiarazioni del coordinatore di Fratelli d'Italia, all'indomani dell'approvazione della legge ("nel gruppo leghista è emerso chiaramente che alcuni Consiglieri stanno ai principi e valori del Carroccio nazionale come i cavoli a merenda"), preludano a un accordo tra la parte salviniana della Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia, coordinata dalla Presidentessa Rini, previa epurazione politica del gruppo del gipeto. Oppure è l'ennesimo tentativo di spaccare il gruppo leghista? Forse qualcuno del gruppo Lega ha nostalgia dei bei tempi in cui si poteva sparare a zero sul Governo e adesso che c'è da trovare soluzioni teme di perdere la propria identità?".

"Siamo disorientati - concludono Stefano Ferrero e Roberto Cognetta -: nel momento in cui c'è la necessità di trovare soluzioni per sopperire a una enorme assenza di governo, nel momento in cui le proprie visioni e idee politiche possono trasformarsi in azioni concrete e risolvere i problemi reali di tanti valdostani, la Segretaria Boldi preferisce un risultato di piccolo cabotaggio alla possibilità di dimostrare che la Lega ha la capacità di lavorare per tutti superando le piccole convenienze politiche?".

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it