Bandi affitti, Lega VdA: dalla Giunta regionale un grave attacco al Consiglio

Pin It

Il partito attacca l'esecutivo sul mancato accoglimento di due richieste della II Commissione

 

AOSTA. "Dopo una settimana passata in attesa di risposte alle numerose sollecitazioni inviate al Presidente Testolin sul bando affitti, questa mattina, nel corso della riunione dei Capigruppo, abbiamo dovuto prendere atto che il rispetto della democrazia, delle scelte del Consiglio e delle Commissioni per la Giunta regionale sono solo fastidiosi orpelli da ignorare a piacimento". Lo scrive in una nota la Lega Vallée d'Aoste commentando il mancato accoglimento da parte dell'esecutivo regionale di due proposte avanzate dalla II Commissione e inserite nel parere vincolante espresso nei giorni scorsi.

"La II Commissione - spiega il partito - aveva espresso un parere favorevole condizionato sulle disposizioni per il contributo affitti, chiedendo di applicare al bando tre criteri ben precisi". Due di questi non sono stati inseriti nel provvedimento. Si tratta dell'erogazione del contributo ai soli cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno di lungo periodo e dell'erogazione immediata della misura per chi ne aveva già usufruito nel 2018.

Sul mancato accoglimento la Lega accusa: "il Governo regionale si nasconde dietro la lettera di un dirigente che entra indebitamente nel merito di scelte politiche con valutazioni assolutamente discutibili, aggrappandosi a ricorsi mai giunti a sentenza o affermando che l’erogazione immediata è già prevista quando in realtà nel bando non vi è traccia di nulla".

"Addolora - afferma la Lega VdA - apprendere che regolamenti, disposizioni e norme vengano scavalcate solo per motivazioni politiche da una Giunta che non avrebbe né il diritto, né tantomeno il potere di modificare le indicazioni vincolanti espresse dalle Commissioni consiliari. Ancora una volta - conclude - a vincere sono i tifosi degli aiuti a chi non li merita, invece di premiare chi sul nostro territorio risiede e lavora. E ancora una volta saranno i valdostani, già ampiamente travolti dalla crisi, a pagare lentezze burocratiche e bizzarrie giuridiche senza precedenti".

 

C.R.

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it