Favre: "l'Uvp non partecipa a giochini di poltrone"

AOSTA. L'Union Valdôtaine Progressiste sta "lavorando senza proclami per la comunità, ma non trafficando".

Così Alessia Favre, presidente dell'Uvp, in uno scritto pubblicato sul sito internet del movimento in risposta alle voci su un ipotetico riavvicinamento con l'Union Valdôtaine.

"In questi giorni di tante chiacchiere e di "geografie variabili" tra le forze politiche, che nello scenario valdostano vogliono farsi sentire, noi progressisti rilanciamo con forza un progetto nuovo fatto di contenuti, di rinnovamento e di scelte coraggiose condivise con il nostro elettorato", scrive Favre.

"Siamo dove siamo sempre stati, contro un certo sistema di potere ma convinti della necessità di saper guardare oltre ai personalismi e fermi nella volontà di essere centrali in una visione autonomista del futuro valdostano. Non ci interessa rinnegare le scelte che abbiamo fatto, ma non partecipiamo ai giochini di poltrone, né sentiamo l'impeto di fare i primi della classe, ma chiediamo serietà e a questa ci atterremo. Che ci si lasci lavorare. Con le nostre idee e con obiettivi chiari", aggiunge la presidente dell'Uvp.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it