Restrizioni Covid, assegnata alle Commissioni la proposta leghista sul modello Bolzano

Nel frattempo però il governatore altoatesino si prepara al dietrofront sulle chiusure posticipate

 

AostaAOSTA. È stata assegnata alle Commissioni IV e V del Consiglio Valle la prima proposta di legge depositata in questa sedicesima legislatura. Si tratta della proposta della Lega per adattare "al territorio valdostano e alle sue specificità" le più recenti disposizioni nazionali sulla gestione dei contagi da Covid-19, inclusi gli orari di chiusura delle attività.

La proposta leghista prende ad esempio un'ordinanza di alcuni giorni fa del presidente della provincia autonoma di Bolzano con l'intenzione di intervenire anche sugli orari di apertura delle attività commerciali e sulla gestione degli impianti sciistici per superare alcune restrizioni introdotte con l'ultimo Dpcm.

Intanto però da Bolzano arriva la notizia che il governatore alteatesino Arno Kompatscher sarebbe intenzionato a rivalutare le disposizioni firmate nei giorni scorsi e sostituirle con un'ordinanza anche più restrittiva del Dpcm con chiusura di bar, pasticcerie e gelaterie e apertura di ristoranti e negozi fino alle ore 18 fatta eccezione solo per alimentari e farmacie. Chiuderanno inoltre cinema e teatri, due realtà che invece la precedente ordinanza aveva mantenuto in attività.

 

 

redazione

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it