Fratelli d'Italia sollecita una verifica di maggioranza in Regione

 

AOSTA. "Su certi temi, così impattanti per la nostra economia, non si può tirare a campare e continuare a far finta di niente limitandosi ad inveire contro un governo nazionale i cui appartenenti decisori dissenzienti più accaniti sono dello stesso Partito che compone la maggioranza regionale". È quanto si legge in una nota di Fratelli d'Italia sulla questione dello sci.

Il partito chiede che "si faccia una verifica di maggioranza e si agisca di conseguenza". 

"Dalla ripartenza regolamentata e in sicurezza degli impianti di risalita nel prossimo mese di dicembre e, comunque, a partire almeno dalle vacanze di Natale, dipende gran parte dell’economia diretta e indotta della nostra regione alpina", si legge nella nota. "Gli autonomisti locali si pongano delle domande, si diano le risposte e si assumano la loro parte di responsabilità". 

Il partito spiega di aver "espresso la richiesta ai propri rappresentanti di sostenere con forza presso tutte le sedi istituzionali la necessità di trovare una soluzione volta a scongiurare uno stop indiscriminato dello sci che produrrebbe disastri economici irreparabili" per la Valle d'Aosta. "La risposta non si è fatta attendere: il nostro Capodelegazione al Parlamento europeo Carlo Fidanza, il Capogruppo alla Camera Francesco Lollobrigida e il Responsabile del Dipartimento Turismo di Fdi Gianluca Caramanna sono subito intervenuti presso il governo per chiedere certezze per tutta la filiera del turismo invernale".

 

 

redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it