Ludopatia, PCP: 'articolo per limitare i luoghi sensibili è preoccupante'

 

AOSTA. Il Progetto Civico Progressista lancia "un appello a tutte le forze presenti in consiglio regionale" contro il possibile alleggerimento delle misure legate al distanziometro per le attività di gioco d'azzardo. È il Tavolo sanità del movimento politico a chiedere alle forze politiche di "evitare che questo articolo arrivi in aula".

"Visto il grande lavoro svolto dalle precedenti legislature per arginare il gravissimo fenomeno dell'azzardopatia", si legge in una nota, il Tavolo sanità del Progetto Civico Progressista "reputa preoccupante l'inserimento di un articolo nella legge omnibus per limitare i luoghi sensibili che sono determinanti per definire la collocazione delle slot ai soli luoghi pubblici lasciando libera apertura presso strutture identiche ma private".

La proposta è "priva di alcuna motivazione plausibile - prosegue la nota - che non sia l'interesse dei gestori delle sale da gioco e simili e rischia di vanificare i frutti del faticoso lavoro non solo della regione ma anche dei comuni che hanno emesso i regolamenti".

"Ricordiamo - conclude il Tavolo sanità del Pcp - che il fenomeno ha aumentato in modo esponenziale il tasso di suicidi e coinvolge spesso anche minorenni. La grave crisi economica provocata dalla pandemia rischia di aumentare ulteriormente il danno sociale che, proprio per l’aumentata comprensione della situazione da parte delle autorità, è stato e deve restare drasticamente limitato".

 

 

C.R.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it