.

Il Consiglio Valle prosegue l'esame del Defr

 

Consiglio regionaleAOSTA. Il consiglio regionale della Valle d'Aosta proseguirà oggi la discussione del Defr, il Documento di economia e finanza regionale.

L'assemblea, convocata inizialmente solo mercoledì e giovedì, inizierà il terzo giorno di lavori alle 9 con l'esame degli ultimi ordini del giorno ancora da discutere. Giovedì l'aula ne ha trattati più della metà approvandone alcuni, tutti presentati dal gruppo Lega.

Tra le proposte approvate c'è l'impegno a inserire lo sviluppo di una filiera locale dell'idrogeno nel Piano energetico ambientale regionale e in coerenza con la strategia regionale "fossil fuel free 2040" e l'impegno, da parte della Regione, a sviluppare azioni contro le dipendenze da alcol, droga e gioco d'azzardo tra giovani e adolescenti.

Si è parlato anche di scialpinismo con la richiesta, anch'essa approvata, di definire un piano di sviluppo della pratica nei comprensori sciistici valdostani. 

Approvati all'unanimità, come i precedenti impegni, ulteriori due ordine del giorno sulle politiche di integrazione del Defr e sul riordino delle residenze sanitarie assistenziali.

Respinte invece diverse altre proposte, sempre della Lega, come quella di valutare l'azzeramento Irpef 2021 anche per il secondo scaglione di reddito, la proposta di creare un portale lavoro regionale, un piano di efficientamento energetico degli edifici regionali, l'erogazione di un bonus a favore delle attività commerciali per sostenere il canone di locazione dei locali e i costi fissi. Respinti anche un ordine del giorno sull'edilizia scolastica e una proposta che avrebbe impegnato la Giunta regionale a indicare con precisione le tempistiche di presentazione alle Commissioni consiliari degli atti amministrativi relativi al comparto del turismo, uno dei più toccati dagli effetti della pandemia.

 

 

E.G.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it